Vorrei chiederle unʼinformazione. Ho eseguito le analisi del sangue da cui è risultato un valore di Tas pari a 800 Ui (il minimo è 250). Premetto che questo valore l’ho sempre avuto alto, fin da bambina, mentre gli altri valori (Ves per reuma test) sono sempre stati nella norma. Allora, nel 2010, il Tas era 350 Ui, nel 2012 sempre 350, nel 2013 (a febbraio) era salito a 1200, così anche alla fine del 2013, sempre 1200. Oggi, a novembre 2014, ce l’ho pari a 800. Se non ho dolori reumatici, e gli altri valori sono nella norma, mi devo preoccupare perché potrei aver avuto dei danni al cuore? Glielo chiedo perché, ultimamente, mi sento un po’ affaticata e avverto una certa pesantezza a livello del torace. Il cuore può subire danni per colpa di questi anticorpi contro lo streptococco, oppure deve esserci una malattia reumatica in atto perché il cuore subisca danni? Premetto che sono molto ansiosa e soffro di reflusso gastro esofageo. Grazie

 

Gentile lettrice, il rilievo di variazione anticorpale (Tas) non si correla con presenza o assenza di reumatismo articolare acuto e quindi non deve temere una possibile crescita di eventuale patologia cardiaca recente. Come lei giustamente accenna, la crescita del livello ematico di anticorpi sta a indicare che lei ha manifestato un episodio di raa in passato. La recidiva di un altro episodio può avvenire sempre, ma si accompagna con i sintomi e i segni classici (ves elevata, proteina c aumentata, magari aumento dei globuli bianchi e ra test; possibile febbre e dolori delle grandi articolazioni). Ritengo utile eseguire un esame ecocardiografico per valutare eventuali screzi cardiaci pregressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code