di Riccardo Segato

I programmi di salute e benessere che circolano sugli smartphone sono in continua espansione. Di recente Apple ha proposto un aggiornamento importante, in parallelo con il lancio sul mercato del nuovo sistema operativo. Si chiama “Salute”: è la nuova applicazione dellʼazienda di Cupertino che permette di monitorare i dati di tutte le app per la salute e il fitness. In questo modo le app possono fare gioco di squadra, interfacciandosi tra loro

salutemobile

Enrico ha 57 anni ma tutti gliene danno meno. Lui si schermisce dicendo che è grazie allo sport, ma sotto sotto si vede che è contento. Va a correre regolarmente e le sue performance le controlla con Runtastic sullo smartphone, una app che gli dice vita, morte e miracoli delle prestazioni sportive che si concede tre volte a settimana, e che poi pubblica su Facebook per condividerle con i colleghi appassionati di jogging. Il GPS registra il percorso e la distanza, ovvero gli elementi che servono all’applicazione per calcolare il passo medio di marcia, grazie al confronto con il tempo totale di percorrenza. A parte, sono calcolate le pulsazioni cardiache. Alla fine di ogni allenamento, Enrico non solo ha incrementato di un’unità lo storico delle sue prestazioni sportive, ma ha anche un quadro aggiornato del lavoro di accelerazione e defaticamento svolto dal muscolo cardiaco. Il passo successivo – l’ha già annunciato agli amici – sarà quello di scaricare altre app per avere sempre più sotto controllo l’andamento del cuore. A 57 anni vuole mantenersi in forma ma – dando retta alla moglie che insiste – ridurre al minimo i danni al cuore che potrebbero derivargli da una pratica sportiva eccessiva e da valori pressori e cardiaci non allineati agli standard di benessere psicofisico richiesti a un giovanotto della sua età. Sappiamo che non farà fatica ad aggiornarsi. L’uso in campo medico-sanitario dello smartphone dal 2009 è in espansione continua, grazie al numero sempre crescente di app e dispositivi disponibili sia per IOs che Android, i due sistemi operativi più diffusi.

Vi sono in commercio varie tipologie di app per la salute, da quelle che misurano parametri vitali come il glucosio e i livelli di colesterolo nel sangue, a quelle che registrano pulsazioni e pressione arteriosa, da quelle che seguono l’andamento della dieta, indicando le calorie necessarie da bruciare per ogni seduta sportiva, a quelle che che aiutano e invogliano ad allenarsi, sia che s’intenda correre come fa Enrico, oppure andare in bicicletta come fa il suo collega Adriano, oppure camminare e fare esercizi di addominali e squat per gambe e glutei in palestra che sono il vangelo secondo Simona.

Dati come il livello di glucosio nel sangue, della quantità di colesterolo HDL e LDL e altri parametri importanti, sono ancora da discutere con il medico per avere un quadro certo di quello che si sta facendo in rapporto alla salute. Ma per quello che riguarda i consigli alimentari, l’allenamento, il controllo della qualità del sonno e di molti altri dati, c’è chi scommette che stiamo per entrare in piena era fai-da-te. Che è un po’ come dire che se un’app non sostituisce ancora il medico, tuttavia ne affianca la figura a beneficio del paziente.

Forte di questa attenzione per il binomio salute e benessere ai tempi di Internet e di smartphone, Apple ha di recente proposto un aggiornamento importante con il lancio sul mercato del suo nuovo sistema operativo, giunto all’ottava versione. Apple ha infatti dato alla luce “Salute”, un’applicazione che permette di monitorare i dati di tutte le app per la salute e il fitness in un’unica schermata. HealthKit è lo strumento per gli sviluppatori, ossia i programmatori di nuove app, che permette appunto alle app di fare gioco di squadra interfacciandosi tra loro. Per fare un esempio, i dati relativi alla qualità del sangue, alla dieta e al sonno vengono confrontati e interfacciati con quelli dell’allenamento, così da personalizzare il programma e renderlo più aderente al soggetto.

Detto questo, non vi è ancora, tra IOs e Android, una vera dominanza di settore, poiché la maggior parte delle migliori applicazioni sembrano funzionare su entrambi i sistemi operativi. Quindi, senza schierarci dalla parte di uno o dell’altro, andiamo a vedere quali sono le app più interessanti.

TEST DEL CUORE trasforma il tuo iPhone o iPad in un test per sintomi di un possibile attacco di cuore. È un questionario che si basa su studi medici e istruzioni per cardiologi di tutto il mondo. Tuttavia, non sostituisce la visita di un medico.

BREATHING ZONE contiene un esercizio di respirazione terapeutica clinicamente provato. In soli cinque minuti aiuta a ridurre lo stress e l’ansia migliorando l’umore. Usata quotidianamente può aiutare a gestire la pressione alta, riducendo la frequenza cardiaca.

LDL COLESTEROLO calcola colesterolo totale, LDL, HDL, i trigliceridi ed esegue il rapporto tra colesterolo LDL e HDL.

BLOOD PRESSURE & PULSE DIARY è uno strumento per aiutare a raccogliere, monitorare e analizzare la pressione sanguigna e le misure degli impulsi su base giornaliera.

SMARTPHONE INFARTO è l’app che, abbinata a sofisticati sensori, monitora l’attività cardiaca, l’elettrocardiogramma e in caso anomalia, è in grado di comunicarlo direttamente dallo smartphone del paziente a quello del medico curante, dando così la possibilità di intervenire sul malore per tempo.

RUNTASTIC, RUNKEEPER e NIKE + sono tre applicazioni similari, anche se la terza è più completa e s’interfaccia con altre app dello stesso sviluppatore che si occupano, per esempio, di contare le calorie. Queste tre applicazioni aggiornano i dati dell’utente dopo ogni pratica sportiva e, grazie al GPS, registrano il percorso fatto di corsa, in bici… fornendo costantemente informazioni su tempo trascorso, andamento e velocità. Tutte informazioni che, come abbiamo già accennato, possono essere condivise e confrontate con quelle analoghe degli amici.

I-DIETA: in generale le applicazioni legate alla dieta svolgono bene o male la stessa funzione, e cioè di contare le calorie assimilate analizzando la foto e la descrizione di ciò che si sta per mangiare.

CONTAPASSI è un’app gratuita, che fa esattamente quello che il suo nome lascia intendere, sfruttando il GPS o l’accelerometro. Inoltre, registra la frequenza cardiaca con grafici in tempo reale.

SLEEPBOT è la sveglia universale e gratuita che produce suoni rilassanti che aiutano ad addormentarsi. Inoltre, registra suoni e movimenti fatti durante il sonno, monitorandone così le fasi e fornendo un quadro generale sullo stato del riposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code