Salve dottore, ho 42 anni, alla visita sportiva per rilascio dell’idoneità a svolgere attività non agonistica di ciclismo amatoriale mi è stato riscontrato un “blocco di branca sinistra” completo. Mi sono recato da un cardiologo che mi ha fatto un Ecg e un Ecodoppler, i cui risultati confermano il bbs completo. Dall’Ecodoppler è risultato tutto nella norma. Vorrei sapere come cambia la mia vita, cosa dovrò limitare e cosa posso fare?E ancora, se posso continuare il ciclismo amatoriale. Io di solito faccio brevi uscite, di 60/70 Km massimo, ma ogni 20/25 Km mi fermo (mangio, bevo e faccio foto) poi riparto. Sono attento a non superare le 140 pulsazioni al minuto, anche se, di regola, sto sulle 125. In pianura vado piano; le salite le faccio con i rapporti agili, senza esagerare; non mi importa del tempo cronometrico ma del panorama che scorgo quando raggiungo la vetta. Insomma, se molto amatoriale, posso continuare a fare ciclismo?

Caro lettore, la descrizione che lei fa mi pare adeguata e saggia; se gli esami effettuati sono ben interpretati, il mio parere è di proseguire la sua attività sportiva nei modi che lei ha descritto. Opportuno un controllo entro l’anno, anche dell’ecocardiogramma. Il blocco di branca sinistra deve essere controllato periodicamente per capire se non sviluppa, negli anni, patologie muscolari o se invece resta un’alterazione funzionale senza significato clinico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code