a cura della redazione

Affluenza record all’ottava edizione della Giornata di autocontrollo del rischio cardiovascolare. Segno che la manifestazione è diventata un appunto fisso per Pavia, la città in cui ANAC organizza le proprie iniziative di prevenzione sul territorio

8

Circa duecento persone si sono messe in coda in piazza a Pavia per sottoporsi al controllo gratuito del profilo lipidico. È successo lo scorso 28 settembre per iniziativa dell’Anac, l’Associazione nazionale amici del cuore che anche quest’anno ha organizzato la “Giornata di autocontrollo del rischio cardiovascolare”. Si è trattato dell’ottava edizione consecutiva della manifestazione e l’affluenza è stata da record. Nelle edizioni precedenti, lo stesso numero di adesioni si era riscontrato nell’arco di tutta la giornata, con le misurazioni che si protraevano fino a sera. Quest’anno, invece, per motivi organizzativi, ovvero un budget sempre più risicato a causa della crisi, le misurazioni sono durate fino alle ore 14. A conoscere i valori sanguigni si sono messi in fila giovani, anziani, curiosi di tutte le età, fra cui molti habitué dell’evento, sopportando tempi di attesa necessariamente più lunghi del solito. La prassi è stata quella di sempre. Sotto il gazebo di Croce Rossa, le sorelle della sezione provinciale hanno accolto i partecipanti per il test del profilo lipidico. All’atto pratico si sono servite del Cardiocheck per il calcolo in tempo reale dei valori di colesterolo totale e glicemia. A fornire le apparecchiature per il test è stata la Exxe di Milano, ditta leader nella diagnostica di rapido utilizzo nel settore cardiovascolare e partner di Anac fino dalla prima iniziativa di piazza. “Da anni Exxe è presente nelle piazze, nei supermercati e in altri luoghi di ritrovo a servire, con la propria strumentazione ed esperienza, manifestazioni come quella che organizza tutti gli anni Anac a Pavia” dice Chiara Marinoni, project manager di Exxe.

Manifestazioni in cui si sensibilizza la gente al tema della prevenzione cardiovascolare. “La prevenzione è fondamentale per tenere sotto controllo anche le forme più severe di patologie – ci spiega Alberto Ferrari, presidente Anac – quando i valori del profilo lipidico superano i parametri fisiologici, sono da considerare un campanello d’allarme. La prevenzione è essenziale per questi fattori di rischio asintomatici, di enorme pericolosità. Colesterolo, trigliceridi e glicemia fuori controllo, magari collegati a forme non banali di ipertensione arteriosa, diventano una miscela esplosiva che produce bombe note con il nome di infarto e ictus”. E manifestazioni come quelle organizzate da Anac sono utili campanelli d’allarme. Servono a sensibilizzare la gente sull’importanza della prevenzione in tema di malattie cardiovascolari. “Un sacco di persone sono le stesse che abbiamo già incontrate durante le manifestazioni precedenti. Molti addirittura hanno conservato il cartellino con su scritto i vecchi valori” ci ha raccontato una delle sorelle dell’ispettorato locale di Croce Rossa di Pavia, mentre sfregava il dito di un signore dalla pelle particolarmente coriacea, a causa della quale sembrava che il sangue non ne volesse sapere di farsi aspirare dalla pipetta manuale per essere successivamente fatto cadere sulla striscia reagente del Cardiocheck. “L’esame prevede il prelievo di una goccia di sangue dal polpastrello del dito indice. In pochi minuti vengono comunicati i valori” ha spiegato una giovane volontaria, Monica Volpi, il cui compito era fare in modo che la fila all’ingresso scorresse senza intoppi e tempi morti.

Fuori dal gazebo, a tirare un sospiro di sollievo, c’erano i molti che avevano appena ricevuto un responso positivo: valori nella norma nonostante qualche stravizio a tavola e benché fosse passato un anno esatto dall’ultimo controllo. Commenti più severi, con propositi di mettersi a dieta e di andare di più in bicicletta, sono venuti dai restanti, in attesa di parlare con la dietista e con il cardiologo per farsi commentare e consigliare sui risultati meno lusinghieri. “Anno dopo anno vediamo sempre più persone con valori entro la soglia di guardia – precisa il dottor Rizzi di Croce Rossa, medico di riferimento. – Il nostro presidio in piazza serve non tanto a dare delle conferme agli habitué, quanto ad arruolare nuove individui, stanandoli fra la moltitudine di coloro che, vuoi per paura vuoi per disinformazione, si avvicinano forse per la prima volta alla prevenzione cardiovascolare. La norma è che chi viene a farsi controllare in piazza, è solito controllarsi anche in farmacia, in ospedale o nei laboratori convenzionati. Viceversa chi sfugge o è recalcitrante verso la piazza, spesso e volentieri sfugge anche i controlli di routine”.

In generale, a prescindere dall’esito dell’esame, la totalità dei partecipanti ha affermato come opportunità del genere siano importanti per avvicinare la gente a prendersi cura di sé, a cominciare dalla salute di cuore e arterie. E la riprova del ringraziamento per l’ottimo e utile servizio è venuta all’apertura della cassetta delle offerte. Il test era gratuito, tuttavia c’era la possibilità di fare un’offerta destinata alla Croce Rossa, per ripagarla dello sforzo logistico di allestimento del gazebo e delle gestione dei test mediante il Cardiocheck. “Una cifra record per gli standard di Croce Rossa” ci fa sapere Massimo Bergonzi a nome dell’ufficio amministrativo che ad apertura dell’urna ha conteggiato ben 430 euro. “A dimostrazione che la collettività è consapevole del valore del servizio offerto e ci ha ripagati anche attraverso il riconoscimento in denaro”.

E come conferma finale della validità dell’iniziativa, non stonerà citare il quotidiano locale, l’assai letta «Provincia pavese», che ha dedicato un ottimo servizio informativo il giorno dopo la manifestazione, con interviste agli organizzatori e ai partecipanti e con una fotografia molto esplicativa dell’evento, piazzata in posizione centrale della pagina di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code