Gentile Professor Richichi, sono una donna di 40 anni, normopeso, con un prolasso alla mitrale di grado lieve. Le scrivo perché da qualche mese soffro di uno strano e fastidioso fenomeno: quando vado a dormire, proprio nel momento del passaggio dalla posizione in piedi a quella sdraiata, iniziano aritmie della durata di due o tre minuti. Sembra proprio che il cuore fatichi a “riprendere il giusto passo”.Aggiungo che non fumo, non assumo alcolici né medicinali, ma inizio ad essere spaventata. Mi sarebbe molto utile una sua cortese opinione.

Gentile lettrice, sembra verosimile che nella posizione orizzontale il liquido gastrico tenda ad andare verso l’esofago e produrre irritazioni nella parte bassa. Si tratta di un territorio sensibile al liquido gastrico, che può stimolare il cuore verso una frequenza più elevata e dopo qualche minuto adattarsi, con conseguente normalizzazione della frequenza cardiaca. Se la causa non risiede nell’aumento di quest’ultima, credo che sia da ricercare nella meccanica che le ho appena descritto, le consiglio pertanto di programmare un Holter dinamico di 24 ore come verifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code