Qualche giorno fa mia madre, che soffre di ipertensione da 12 anni (Tenormin solo la mattina), di tachicardia, dispnea da sforzo e forame ovale pervio con aneurisma del setto interatriale, dopo un forte dispiacere ha avuto la pressione massima 250 mmHg e la minima 98 mmHg. Ha preso il Lasix e dopo 8 ore la pressione massima è scesa a 160 mmHg. Circa due giorni dopo sentiva del sangue scorrere in gola, ne sentiva il sapore; ha provato a soffiare il naso piano ed è uscita qualche gocciolina di sangue. Sono passati 5 giorni da questo sintomo appena descritto. Cosa potrebbe essere e cosa dovrebbe fare?

Gentilissima signora Isabella, sono spiacente di non aver potuto rispondere prima, le invio rapidamente il mio parere e, se non lo ritiene sufficiente, ci possiamo sentire telefonicamente più tardi. Ovviamente, in qualsiasi persona sottoposta a puntate ipertensive così elevate, ad andare in crisi è tutto il circuito circolatorio. Sua madre è stata fortunata che a cedere sia stato il piccolo distretto del cavo faringeo perché, probabilmente, qualche arteriola o capillare che si è rotto in quella sede ha protetto distretti molto più importanti (cerebrale, oculare o, più frequentemente, nasale).

Non ci sono stati danni significativi e il sapore del sangue identificato sulla lingua, ne documentano la sede. Nulla vieta di pensare che se questo distretto, poco usuale, avesse resistito, i danni sarebbero stati più ingenti. Ciò premesso, Isabella, bisogna prevenire subito le crisi ipertensive ricorrendo a uno dei seguenti accorgimenti:

– aumentare la dose dell’ipotensivo in corso;

– aggiungere un altro ipotensivo;

– cambiare ipotensivo;

– aggiungere un diuretico all’attuale terapia.

Quali applicare non sta a me suggerirlo! Bisogna agire con rapidità e adottare immediatamente le iniziative più adeguate. Inoltre, bisogna riflettere sul fatto che le cause alla base dell’ipertensione arteriosa, di cui sua madre soffre, sono le stesse che hanno provocato la complicanza del forame ovale pervio. Quest’ultimo non è per nulla estraneo a quanto accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code